Amore 14

AMORE 14 racconta la storia di Carolina detta Caro, 14 anni, alle prese con i primi amori, il primo bacio, la prima volta, l’amicizia, le feste, la scuola, il rapporto spesso conflittuale con i genitori.
Ci sono le amiche del cuore, Alis e Clod, con le quali condividere i giorni e i sogni. Ci sono i primi baci rubati nella penombra del portone. C’è la scuola, due nonni meravigliosi che la sanno guardare in fondo all’anima e un fratello leggendario, Rusty James, che aiuta il suo cuore a sognare. E poi c’è l’amore, quello vero, che ha il nome di Massimiliano, incontrato in una libreria un pomeriggio di settembre.

AMORE 14 è un viaggio attraverso i sentimenti, l’entusiasmo che si ha nell’incontrare il primo amore, il dolore di un’improvvisa delusione, la prima, quella che ti lascia senza parole, è la perdita di una persona cara, è l’amicizia che credi non ti deluderà mai. È la storia di un amore unico e dolcissimo, quello tra i nonni di Carolina, capace di superare il tempo e lo spazio. È una storia di grandi passioni e forti emozioni, di un giovane scrittore, Rusty James, che per inseguire le proprie ambizioni ha il coraggio di andare contro tutti e tutto, di contraddire il padre e andare a vivere in un barcone sul Tevere dove finalmente riuscirà a realizzare il suo sogno.

AMORE 14 è l’amore, visto in tutte le sue innumerevoli sfaccettature, è l’amicizia, è il coraggio di credere nei propri sogni.

NOTE DI REGIA

Ho fatto un film volutamente movimentato proprio come sono i ragazzi a quella età, in continua evoluzione, cambiamenti, passioni, simpatie antipatie, momenti di felicità, silenzi pazzeschi. Ho cercato di non dare troppa importanza ai movimenti di macchina ma di stare sempre addosso alla normalità dei personaggi. Molti di loro infatti sono persone alla prima esperienza cinematografica. Non sapevano dove guardare, come non accavallarsi nei dialoghi. Ho cercato sempre la loro naturalezza senza avere dei percorsi di ripresa che li obbligassero ad una innaturalezza. Ho cercato di armonizzare il loro mondo tecnologico fatto di foto con i cellulari, riprese con i telefonini, il chattare al computer continuamente, con un utilizzo della grafica ma nello stesso tempo ho voluto rispettare e dare importanza all’espressione dei loro visi che raccontano emozioni, gioia, dolori, felicità, delusioni proprie della loro età e quindi uniche perché in ogni direzione vadano sono comunque delle loro “prime volte”.

FEDERICO MOCCIA

NOTE DI PRODUZIONE

Non è stato un film facile produttivamente ma senz’altro appassionante. Il regista ha cercato infatti di ricreare posti e atmosfere il più possibile in linea con la realtà che racconta. E così la nostra macchina produttiva ha dovuto spingersi all’interno di quei luoghi che nei romanzi sono facili da raccontare e da raggiungere con la fantasia, ma nella realtà a volte un po’ più difficili. Ecco che il regista ha avuto comunque a disposizione una vera scuola, l’osservatorio astronomico, le ville dove di solito girano e si incontrano questi ragazzi a Roma, le macchinette o i motorini che usano, case che potessero rappresentare al meglio la diversità all’interno del romanzo tra una classe alto borghese e una media che trovano il loro punto d’incontro e la loro unione nella scuola. Tutte le settimane di lavorazione hanno poi previsto inevitabilmente dei minorenni proprio per la voglia di verità del regista che ha scelto in quella fascia d’età i vari personaggi del film. Di conseguenza si aveva a disposizione dei tempi più brevi per le riprese e la presenza costante dei genitori come garanzia di un lavoro da fare secondo i canoni. E’ stata un esperienza molto interessante e di grande soddisfazione Federico Moccia come sempre è saputo entrare pienamente nel mondo dei giovani. Per la Lotus è stato il primo film “importante” e ringrazio Federico Moccia per questa opportunità.

MARCO BELARDI

IL CAST

Carolina: Veronica Olivier
Massi: Giuseppe Maggio
Clod: Flavia Roberto
Alis: Beatrice Flammini
Rusty James: Raniero Monaco di Lapio

CAST TECNICO

Regia:FEDERICO MOCCIA

Soggetto e Sceneggiatura:
FEDERICO MOCCIA
LUCA INFASCELLI
CHIARA BARZINI
Fotografia:MARCELLO MONTARSI
Suono: CINZIA ALCHIMEDE
Scenografie: MAURIZIO MARCHITELLI
Costumi: GRAZIA MATERIA
Casting: BARBARA GIORDANI
Montaggio: PATRIZIO MORONI
Musiche: FABRIZIO BONDI

Il brano “Senza Nuvole” è interpretato da: ALESSANDRA AMOROSO
La regia del videoclip “Senza Nuvole” è a cura di: PATRIZIO MORONI
Foto di Scena e Backstage Video:MARTA SPEDALETTI

Una produzione Marco Belardi per LOTUS PRODUCTION
Una distribuzione MEDUSA Film

Trailers: 
Tags: